Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
FOTO BIASSONI

UFFICI STAMPA DELLE ASSEMBLEE PARLAMENTARI REGIONALI. IL LOMBARDO AURELIO BIASSONI NUOVO COORDINATORE NAZIONALE

Nuovo importante incarico per Aurelio Biassoni. Il Direttore dell’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia è il nuovo Coordinatore Nazionale degli Uffici Stampa delle assemblee parlamentari regionali.

Soddisfazione per l’elezione di Biassoni è stata espressa dalla Presidente del CORECOM, Marianna Sala.

Un prestigioso incarico – ha sottolineato – che rappresenta il riconoscimento alla professionalità e all’impegno di Aurelio Biassoni, che il CORECOM Lombardia ha avuto modo di apprezzare in questi anni di fruttuosa e reciproca collaborazione ed al quale rivolge i più amichevoli auguri di buon lavoro”.

L’elezione ha avuto luogo nell’assemblea svoltasi a Roma, presso la sede della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.

Ad affiancare Biassoni, nel ruolo di vice coordinatori saranno Fabio Carini del Friuli Venezia Giulia e Gabriella Peluso della Campania, mentre Fabio Malagnino del Piemonte svolgerà le funzioni di segretario.

Un ringraziamento particolare è andato alla coordinatrice uscente Rosanna Romano, direttrice della Sardegna, che in questi difficili anni di restrizioni ha saputo tenere vivo il coordinamento nazionale dei direttori degli uffici stampa fungendo da importante e valido riferimento per tutti.

IL PROGRAMMA DI BIASSONI

Nel programma della futura attività, il direttore dell’ufficio stampa del Consiglio regionale lombardo ha indicato la riforma della par condicio per quanto concerne la comunicazione pubblica in periodo elettorale, in un’ottica di maggiore semplificazione delle regole, di concerto con i Corecom e con AgCom.

Particolare attenzione sarà poi data alla necessità di garantire adeguata flessibilità oraria e lavorativa ai giornalisti assunti e al servizio delle assemblee regionali, nonché all’opportunità che alcuni corsi formativi svolti dai giornalisti nella pubblica amministrazione possano essere riconosciuti anche dall’Ordine ai fini del riconoscimento dei crediti formativi necessari e previsti dalla legge.

Altro punto riguarda la condivisione di provvedimenti legislativi a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali e delle testate giornalistiche locali cartacee e online, al fine di sviluppare in ogni regione analoghe forme di supporto anche economico a favore degli operatori dell’informazione territoriale. 

"Lavori in corso sulla “par condicio”: il nuovo coordinatore del Tavolo dei direttori degli uffici stampa dei Consigli regionali in azione"