News

02 ottobre 2018

Insediato a Palazzo Pirelli il nuovo Comitato regionale per le Comunicazioni della Lombardia

Milano 2 ottobre - Si è tenuta nel pomeriggio a Palazzo Pirelli la seduta d’insediamento del nuovo Comitato Regionale per le Comunicazioni (Co.Re.Com.) della Lombardia, presieduto dalla nuova Presidente, avvocato Marianna Sala.

In occasione della prima riunione, il Comitato stesso ha nominato i due Vice Presidenti: Gianluca Savoini, riconfermato nel ruolo, e Claudia Perin, ingegnere con oltre 30 anni d’esperienza professionale nel settore ICT. Del Comitato fanno inoltre parte Daniele Bonecchi, giornalista professionista, e Mario Cavallin, già Vice Presidente del Comitato negli anni 2011 - 2013.

Le operazioni di insediamento sono state introdotte dal Presidente del Consiglio Regionale, Alessandro Fermi, che ha nell’occasione voluto sottolineare il ruolo importante svolto dal Co.Re.Com. nel campo della risoluzione delle controversie tra cittadini e compagnie telefoniche e nel contrasto al cyberbullismo. “Il Comitato - ha aggiunto il Presidente Fermi - costituisce uno strumento di lavoro prezioso anche per il Consiglio e la Giunta Regionale, per i quali è un autorevole riferimento anche sulle questioni che riguardano l’emittenza radiotelevisiva. I molti compiti del Co.Re.Com. dovrebbero essere però maggiormente conosciuti e perciò auspico che in questa fase di inizio mandato il Comitato promuova un’azione di informazione e divulgazione”.

La Presidente Sala, tra i primi impegni, ha indicato l’attivazione della piattaforma telematica ConciliaWeb dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Ag.Com.) e l’entrata in vigore in Lombardia del nuovo Regolamento recentemente approvato dall’Autorità per le vertenze tra cittadini e operatori di comunicazioni elettroniche. Sono due importanti novità grazie alle quali gli utenti potranno presentare gratuitamente istanze e ricorsi in maniera più rapida attraverso pc, smartphone e tablet.

Il Co.Re.Com. è l’organo di garanzia e controllo sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale ed esercita funzioni delegate dall’Agcom e funzioni proprie, soprattutto in materia di par condicio e vigilanza elettorale e di risoluzione delle controversie tra i cittadini e le compagnie di telecomunicazione (gestori di telefonia, internet e Pay TV).