Iniziative

Saturday 16 February 2019

FORUM NAZIONALE AIART ALL’UNIVERSITA’ CATTOLICA – CONTRIBUTI PER UNA CITTADINANZA DIGITALE

Corecom Lombardia partecipa al forum nazionale dell’AIART (Associazione Italiana Ascoltatori Radio e Tv) dedicato alle problematiche della cittadinanza digitale e celebrato a Milano, presso la sede dell’Università Cattolica, in occasione del 65° anniversario di fondazione dell’associazione.

Si è parlato di responsabilità educative dei media, confrontando diversi contributi interdisciplinari, da Gigio Rancilio, social media manager di Avvenire, a Mussi Bollini, vice direttrice di Rai Ragazzi, da Luca Mastrantonio, di Sette del Corriere della Sera, a Marianna Sala, presidente del CORECOM Lombardia.

In tema di educazione dei ragazzi, si deve parlare di “responsabilità diffusa”, che non riguarda solo la famiglia o solo la scuola, bensì coinvolge tutti gli attori sociali, compresi i media e le istituzioni – precisa Marianna SalaSotto questo profilo, i Corecom fanno la loro parte, monitorando le emittenti locali e verificando il rispetto del codice “Media e minori” previsto a tutela dei ragazzi. Diverso è invece il discorso dei c.d. new media, ossia internet e social network, ai quali non può applicarsi la normativa vigente, pensata per un sistema radio-televisivo tradizionale.
Di fronte allo scenario attuale, caratterizzato da una forte invasività dei social e da una “connessione permanente”, occorre riflettere circa l’opportunità di ampliare sempre più le regole attualmente vigenti per il web e i social, tutelando così i minori dai rischi connessi all’uso inconsapevole di internet”.

A coordinare gli interventi il dr. Domenico Infante, del CNU, che ha sottolineato l’importanza dell’assunzione di una responsabilità condivisa nell’educazione dei giovani a una consapevole cittadinanza digitale.

Tuesday 05 February 2019

Safer Internet Day 2019

Cyberbullismo e uso responsabile della rete.

A Milano l’evento nazionale con il Ministro Marco Bussetti e la Presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala, la quale è intervenuta sul tema della “Tutela della privacy e identità digitale dei minori”, nell’ambito dell’Advisory Board di Generazioni Connesse.

“Corecom Lombardia partecipa al Milano Convention Centre (MiCo), in occasione del Safer Internet Day, la giornata internazionale per educare ad un uso più consapevole della Rete e per dire no al bullismo e al cyberbullismo. In questa importante occasione presentiamo la nostra guida dedicata alla tutela della identità digitale perché se è vero che Internet è uno strumento ormai indispensabile, è anche vero che cela molte insidie ed è quindi importante, soprattutto per i ragazzi, conoscere come tutelare la propria immagine e identità digitale, affinché il web sia un luogo sicuro e positivo, fonte di opportunità e cultura e non di rischi, spesso dal risvolto anche drammatico”. Lo ha detto la Presidente del Corecom Lombardia, Marianna Sala, intervenuta questa mattina alla sedicesima edizione del Safer Internet Day/Generazioni Connesse (SID) che si è svolta al Milano Convention Centre (MiCo).

Per approfondire

 

Friday 18 January 2019

Protocollo contro il cyberbullismo

La Vice Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Francesca Brianza, ha promosso il convegno “Un protocollo scientifico sperimentale per contrastare bullismo e cyberbulllismo” tenutosi il 18 gennaio 2019 a Palazzo Pirelli.

All’incontro è intervenuta Marianna Sala, Presidente del Corecom Lombardia, affermando: “La nuova legge nazionale sul cyber bullismo (la n. 71/2017) pone il minore al centro dell’attenzione: sia quando è vittima, rendendolo protagonista delle richieste di intervento per la rimozione dei contenuti lesivi pubblicati sul web (l’importante novità è  che potrà formulare istanze da solo, senza il supporto dei genitori) sia quando è autore dell’illecito, non solo nella fase di ammonimento del Questore, ma soprattutto nell’accompagnamento in un percorso educativo e riabilitativo. La sfida della nuova legge è rendere gli adulti più consapevoli dei rischi connessi all’uso indiscriminato del web. Sfida che il Corecom Lombardia affronterà con particolare impegno per il 2019, anche attraverso una campagna di formazione rivolta sia agli insegnanti e ai genitori”.

 

Per approfondire

Thursday 20 December 2018

REGIONE LOMBARDIA - VERTICE CORECOM-RAI IN ARRIVO PROTOCOLLO D’INTESA

Primo confronto in Regione, nella sede di Palazzo Pirelli,  tra il rinnovato Comitato Regionale per le Comunicazioni, presieduto da  Marianna Sala - presente con i vice presidenti Gianluca Savoini  e Claudia Perin, e i  commissari Daniele BonecchiMario Cavallin -   e  il nuovo vertice della sede Rai di Milano, rappresentato dal nuovo direttore del Centro di produzione, Enrico Motta, con la responsabile  Rai Area Regia di Milano, Lorenza Sardi,  e il rappresentante del Cptv di Milano, Sergio Flaminio De Crescenzo.

Sul tavolo, la prossima approvazione del Protocollo d’Intesa tra il Co.Re.Com.-Lombardia e la sede Rai di Milano, nell’àmbito dell’Accordo nazionale tra l’Autorità per le Comunicazioni e la Conferenza permanente delle Regioni.

Sia il Co.Re.Com. che il vertice Rai lombardo, infatti, sono appena stati insediati, ed entrambi sono intenzionati ad accelerare i tempi nella predisposizione del principale strumento di lavoro dei prossimi anni.

Oltre a funzioni di controllo sull’emittenza radiotelevisiva locale, pubblica e privata,  come organo decentrato dell’Autorità per le Comunicazioni, il Co.Re.Com.  svolge compiti di  gestione e governo della comunicazione al servizio della Giunta e del Consiglio regionale.

La prossima convenzione, attesa per i primi mesi del nuovo anno, disciplinerà i rapporti nei settori di comune interesse,  ferme restando le rispettive sfere di competenza : dalla tutela e garanzia dell’utenza, ad un forte rilancio  dei programmi dell’accesso al servizio della società civile lombarda ; dalla vigilanza sul rispetto delle norme in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale, alla  verifica dell’osservanza della par condicio in periodo elettorale , e via dicendo.

Tuesday 18 December 2018

PROGETTO “GENERAZIONI CONNESSE” - SEMINARIO CON SAVE THE CHILDREN SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Che cos’è l’Intelligenza Artificiale? In che modo influenza le nostre vite? Quali sono i rischi e le opportunità  ? 

A questi e altri interrogativi ha fornito una prima risposta il seminario svoltosi in Regione, a Palazzo Pirelli organizzata  a cura di Save the Children, nell’ambito del progetto Generazioni Connesse, partner il Co.Re.Com. Lombardia.

“Un evento – come ha messo in evidenza la presidente del Co.Re.Com., Marianna Sala – che, al di là dei profili più squisitamente tecnici, ha consentito di mettere a fuoco le sfide etiche  che pone, con riferimento anzitutto ai più giovani, e i problemi legali, sociali  e politici che questa nuova tecnologia robotica solleva, in termini di affidamento, trasparenza, elaborazione dati e tutela della privacy”.

Il seminario ha approfondito in particolare il tema del “Machine Learning”, settore dell’Intelligenza Artificiale applicata alle macchine autonome e ai robot: dai telefonini dotati di sistemi di riconoscimento facciale e palmare, alle automobili semi-automatiche, ai dispositivi che rispondono ai comandi vocali, fino ai cd “smart-toys” in grado d’interagire con le persone e l’ambiente circostante, registrare suoni, scattare foto, registrare video e collegarsi con Internet.

Relatori  Daria Porretti, responsabile relazioni esterne del gruppo MIPU ed Emanuele Micheli della Scuola di Robotica di Genova. 

L’evento,  rivolto a professionisti dell’infanzia, ha visto un’ampia partecipazione di docenti, genitori, operatori del terzo settore, membri di organizzazioni e realtà che operano con i minori.

La data di aggiornamento/verifica dei contenuti informativi corrisponde alla data di pubblicazione dell’articolo e/o del comunicato stampa