Iniziative

Thursday 16 January 2020

CONSIGLIERI PER UN GIORNO - AL VIA I CORSI CONTRO IL CYBERBULLISMO NELLE SCUOLE LOMBARDE

Riparte “Consiglieri per un giorno”, il percorso di educazione alla legalità e alla democrazia riservato alle scuole secondarie di secondo grado. Si inizia da Seriate, presso l’Istituto Superiore Majorana, dove il Corecom Lombardia coinvolgerà ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni in una lezione contro il cyberbullismo e per un uso responsabile della rete.

Di fronte all’allarmante escalation di tristi fenomeni quali il cyberbullismo, lo stalking on line tra adolescenti, il revenge porn e le sfide pericolose, è fondamentale intervenire a livello preventivo, per mettere in guardia i giovani dai possibili pericoli e evitare che cadano nelle trappole della rete” sottolinea la Presidente del Corecom, avv. Marianna Sala.

Per questo il Corecom è da anni impegnato in prima linea nella lotta al contrasto del cyberbullismo, nella convinzione che – attraverso un’attenta e capillare attività di media education – il fenomeno possa invertire la rotta e diminuire. Ma non solo – aggiunge la Presidente Sala – Con i nostri corsi vogliamo anche fornire indicazioni utili a quei ragazzi che si sentono vittime di bullismo in rete e non sanno – in parte per timore, in parte per vergogna – a chi chiedere aiuto. Vogliamo dire alle vittime: non siete soli! Rompete il muro di silenzio e verrete aiutati”.

Il percorso formativo di “Consiglieri per un giorno” si snoda in tre incontri: il primo, a carattere generale sui temi della legalità, si è svolto presso il Consiglio Regionale nello scorso autunno; il secondo, a carattere tematico legato al cyberbullismo, prendo avvio oggi proprio da Seriate e proseguirà in una decina di scuole nel territorio lombardo; il terzo, infine, si terrà a maggio presso l’Aula consiliare del Pirellone, presso cui i ragazzi saranno divisi in gruppi politici, in una sorta di “gioco di ruolo” in cui simuleranno una seduta e presenteranno una proposta di legge contro il cyberbullismo, da loro stessi elaborata.

A tutti i ragazzi e a tutti gli insegnanti impegnati in questa avventura il Corecom augura buon lavoro.

Tuesday 17 December 2019

ODIO ON LINE E ADOLESCENTI

Stato dell’arte, rispetto dei diritti, percorsi educativi e di responsabilizzazione.

Continua a Milano, a livello accademico e istituzionale, l'approfondimento sugli aspetti interdisciplinari del fenomeno dell'odio on-line, che investe in misura sempre più crescente la vita sociale e quella degli individui anche in Lombardia.

Un nuovo step di approfondimento si è svolto ieri all'Università Statale, coordinata dal professor Giovanni Ziccardi, con l'intervento della presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala.

Un confronti a 360 gradi che ha visto ieri il contributo di Francesco Cajani e Tiziana Siciliano - procuratori della Repubblica presso il Tribunale di Milano -, l'apporto scientifico delle professoresse Marilisa D’Amico, Milena Santerini, Angela Della Bella e Alessandra Calanchi, il contributo tecnico-operativo del Comandante Salvatore La Barbera, della Polizia Postale, nonché dell’avv. Daniele Barelli, per l’Ordine degli Avvocati di Milano, e del dr Ivano Zoppi, per la Fondazione Carolina Picchio. Infine, tra gli intervenuti, anche Stefano Pasta, Cecilia Siccardi, Costanza Nardocci, Samantha Stanco e Andrea Scirpa.

Odio on line, discriminazione, antisemitismo, politica e linguaggio:  come sono cambiati nel tempo? Partendo dalla nostra Costituzione che non odia e non può tollerare che si sviluppi una democrazia sull’odio, c’è però un’esigenza comunicativa “moderna” che rischia di non avere regole precise e che potrebbe avere un impatto spaventoso sulla generazione da formare.

In qual direzione è corretto procedere? “Dal dibattito sviluppato nella tavola rotonda odierna, emerge chiara una esigenza: quella di educare – afferma la Presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala - Occorre educare i giovani a un uso responsabile di internet, facendo loro capire le conseguenze reali – anche gravi – delle loro azioni virtuali on line. Per questo il Corecom da anni è impegnato nelle scuole, per insegnare alle nuove generazioni una maggiore consapevolezza di quanto accade sul web e i suoi riflessi nel mondo reale”.

Monday 02 December 2019

CRISI MEDIA LOCALI IN LOMBARDIA CONFRONTO A TUTTO CAMPO CON SOTTOSEGRETARIO ALL’EDITORIA E ALL’INFORMAZIONE

CORECOM LOMBARDIA CONSEGNA DOSSIER A SEN. MARTELLA

Confronto a tutto campo a Milano, sui problemi dell’informazione locale in Lombardia, convocato dal presidente del CORECOM, Marianna Sala, con l’intervento del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria, sen. Andrea Martella, del Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, e dei principali stakeholders dei media locali. All’incontro, svoltosi nell’aula del Consiglio regionale, sono intervenuti il capogruppo del PD Fabio Pizzul, del Movimento 5 stelle Gregorio Mammì, di Forza Italia Federico Romani, di Europa + con Emma Bonino, Michele Usuelli

"La crisi dell’editoria locale non ha risparmiato la Lombardia – ha sottolineato la presidente del CORECOM -  a causa del crollo del mercato pubblicitario, delle difficoltà conseguenti ai cambiamenti tecnologici e della drastica eliminazione delle forme più significative del sostegno pubblico".

Sala

"Di fronte a questa emergenza che ha colpito tutti i media locali, dalle radio, alle televisioni, ai giornali sia cartacei che on line – ha sottolineato la presidente Sala il CORECOM ha lanciato l’allarme con una serie di iniziative avviate dal mese di aprile con il sottosegretario sen. Crimi, sviluppatesi nel corso del  2019, in sintonia con AGCOM, l’Autorità Garante per le Comunicazioni."

Al sottosegretario all’Editoria e informazione, la presidente del CORECOM ha consegnato un dossier contenente le richieste, i contributi e le proposte maturate con l’apporto degli stessi operatori dell’informazione locale in Lombardia, coordinati dal CORECOM in appositi Tavoli tecnici, operatori che conoscono in prima persona le problematiche della dura  crisi che ha messo in ginocchio molte aziende prestigiose della nostra Regione e che sono in grado di fornire proposte adeguate.

SOTTOSEGRETARIO MARTELLA: IMPEGNO DEL GOVERNO PER MISURE DI SOSTEGNO ALL’EDITORIA LOCALE

Martella

Il Governo riconosce che le realtà editoriali locali costituiscono, per volumi e diffusione, una fondamentale infrastruttura informativa del nostro Paese e pertanto è determinato ad assicurare a questo settore adeguate misure di sostegno pubblico, anche diretto”.

Questo l’annuncio del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’editoria e all’informazione, sen. Andrea Martella, nell’incontro convocato a Palazzo Pirelli dal presidente del Comitato regionale per la Comunicazione, Marianna Sala, per fare il punto sulle difficoltà che sta attraversando l’editoria locale in Lombardia e individuare le iniziative più opportune per uscire dalla crisi.

Un impegno importante – ha sottolineato la presidente del CORECOM Lombardia Sala - che corrisponde ad una pressante richiesta degli editori di tutti i media locali, dalle radio, alle  televisioni, ai giornali sia cartacei che on line,  le cui aziende sono da tempo in crisi a causa del crollo del mercato pubblicitario locale, delle difficoltà conseguenti ai cambiamenti tecnologici e della drastica eliminazione delle forme più significative del sostegno pubblico”.

Nel suo intervento, il sottosegretario all’Informazione ed Editoria ha tracciato il quadro generale all’interno del quale si colloca la situazione della stessa realtà editoriali della Lombardia.

Il sistema editoriale attraversa da almeno un decennio una crisi finanziaria profonda, che ha ormai assunto caratteri strutturali, soprattutto per la stampa quotidiana e periodica. A fronte di una diffusione dei quotidiani in Italia che si attestava a 5,5 milioni di copie nel 2007, sono oggi circa 2 milioni le copie giornaliere rilevate dagli ultimi dati FIEG.

In poco più di dieci anni – ha ricordato il sen. Martella - sono andate perdute quasi due copie su tre, con una tendenza che non mostra segni di inversione.

Per approfondire

https://informazioneeditoria.gov.it/it/

PRESIDENTE FERMI: BENE GLI INTERVENTI PER I MEDIA LOCALI. ORA FARE PRESTO

Fermi

"L’annuncio del sottosegretario all’Editoria Martella che ha assicurato l’intervento del Governo per mezzo  di adeguate misure di sostegno pubblico anche diretto dell’editoria locale in Lombardia – ha commentato il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi in merito alle dichiarazioni  durante l’incontro del CORECOM  nell’aula del Consiglio regionale – vanno sicuramente nella direzione giusta e sono una prima risposta positiva alle preoccupazioni e alle richieste  venute in questi mesi dal mondo della comunicazione locale della Lombardia.Ora è necessario che si faccia presto e bene".

"Una novità scaturita nell’ambito dell’iniziativa promossa dal CORECOM, che ha lanciato l’allarme e che non si è limitato ad analisi e denunce, ma, chiamando a raccolta gli stessi operatori della comunicazione locale, ha predisposto contributi e proposte concrete."

"Ora, è necessario che a questi impegni seguano i fatti e che il Governo faccia presto e bene L’augurio è che le misure di sostegno ora preannunciate non siano differite nel tempo ma possano essere attuate  a breve scadenza, per dare con urgenza una boccata d’ossigeno  al mondo della comunicazione locale della Lombardia."

Monday 25 November 2019

WEB E DIRITTI UMANI

La Presidente del Comitato regionale per le comunicazione della Lombardia Marianna Sala, è intervenuta al Convegno “Web e Diritti Umani” che si è tenuto nell’Aula Magna del Palazzo di Giustizia di Milano nell’ambito della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”.

L’evento, promosso dall’ordine degli avvocati di Milano e introdotto dalla consigliera dell’ordine e coordinatrice della commissione diritti umani Silvia Belloni, è proseguito con i saluti istituzionali del presidente dell’ordine degli avvocati di Milano Vinicio Nardo, della consigliera del Comune di Milano Diana De Marchi e della presidente del comitato pari opportunità dell’ordine degli avvocati di Milano Tatiana Biagioni a cui sono seguiti gli interventi della presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala (Media e rappresentazione dell’immagine della donna), del presidente della sezione penale del Tribunale di Milano Fabio Roia (La violenza propagata a mezzo internet), della consigliera ordine degli avvocati di Milano e presidente AIAF Cinzia Calabrese (Violenza contro le persone di minore età: interventi di tutela), della presidente associazione donne giuriste Milano Italia Maria Grazia Monegat (Linguaggio della comunicazione non ostile), della presidente unione nazionale camere minorili Grazia Ofelia Cesaro (Il minore soggetto di diritto e di diritti nel web) e dell’avvocato della camera penale di Milano Alberto Longo (Le nuove figure di reato introdotte dalla legge c.d. sul Codice Rosso) che hanno focalizzato le problematiche giuridiche, processuali e sociali.

Gli argomenti trattati oggi - ha sottolineato la presidente Marianna Sala a margine del convegno - delineano come il tema della rappresentazione della donna nei media ha assunto una particolare rilevanza nel dibattito pubblico, soprattutto quando la trattazione circola in Rete. In relazione a ciò AGCom e i Corecom hanno sempre posto attenzione e impegno nell’assicurare il rispetto dei diritti fondamentali della persona nel settore delle comunicazioni, esercitando la funzioni di garanzia per l’utenza e contrastando ogni forma di discriminazione. Oggi il sistema si presenta però dicotomico e la normativa vigente attribuisce all’Autorità poteri di monitoraggio e controllo solo rispetto ai media tradizionali ma non per quanto attiene il mondo dell’online. Appare pertanto urgente un intervento del Legislatore volto a uniformare il sistema audiovisivo rispetto ai nuovi media. Un’occasione che auspico potrebbe essere la normativa di recepimento della nuova direttiva europea 1808/2018 sui servizi media audiovisivi che dovrà essere recepita entro il settembre 2020”.

Sunday 17 November 2019

APERTURA STRAORDINARIA DI PALAZZO PIRELLI - PRESENTATI AI CITTADINI I SERVIZI DEL CORECOM

Presentazione  delle attività e dei servizi del Comitato Regionale per la Comunicazione ai numerosi cittadini che domenica 17 novembre, dalle 11 alle 18,  hanno aderito all’iniziativa promossa dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia, per far conoscere gli organismi di garanzia della Regione.

A illustrare al pubblico le opportunità a disposizione degli utenti e dei consumatori,   in materia di telecomunicazioni, sono intervenuti la presidente, Marianna Sala, i consiglieri Mario Cavallin e Pierluigi Donadoni,  il dirigente della struttura, Roberto Saini, la responsabile del Contenzioso, Manoela Longhin.

L’iniziativa si è svolta nell’ambito dell’apertura straordinaria domenicale dello storico Palazzo Pirelli, che ha visto il consueto grande afflusso di visitatori al Belvedere del Grattacielo e nell’Aula consiliare, con i quali il Consiglio, i dirigenti e i tecnici del CORECOM si sono intrattenuti rispondendo a quesiti, fornendo risposte e chiarimenti nelle problematiche inerenti la telecomunicazione.

Tra gli argomenti di maggior interesse, le azioni svolte dal CORECOM, senza oneri a carico dei consumatori,  per risolvere le controversie legali tra i cittadini e le aziende di telecomunicazione, in particolare i gestori di telefonia, Internet e Pay TV.

Molta attenzione anche alle iniziative per la tutela dei minori e da parte delle famiglie a quanto sta facendo il CORECOM nella battaglia contro il cyber bullismo.

Notevole interesse anche per conoscere le modalità di partecipazione di associazioni e  volontariato alle  trasmissioni dell’accesso su Rai 3 Regione, grazie anche al recente Protocollo d’Intesa tra il CORECOM e il Centro di Produzione Rai di Milano.

Altri quesiti hanno riguardato il monitoraggio e vigilanza sulle TV locali, la par condicio, il diritto di rettifica, la vigilanza sul ROC (registro degli operatori della comunicazione).

La data di aggiornamento/verifica dei contenuti informativi corrisponde alla data di pubblicazione dell’articolo e/o del comunicato stampa