Funzioni proprie

Il Corecom esercita funzioni proprie:

  • vigila sul rispetto della parità di accesso ai mezzi di informazione locali nel corso dell’anno e in particolare nei periodi elettorali e referendari, anche attraverso azioni di monitoraggio a campione sulle emittenti televisive locali, e in particolare:
    • raccoglie le denunce di presunta violazione della legge n.28/2000 dopo aver accertato la fondatezza della segnalazione procede a convocare le parti per giungere a una soluzione condivisa; in caso di mancato accordo e di accertata violazione provvede ad inviare la segnalazione all’Autorità per le relative sanzioni
    • predispone, in collaborazione con la sede regionale della Rai, il calendario delle tribune politiche sulla base delle disposizioni emesse dalla Commissione parlamentare di vigilanza;
    • organizza la programmazione dei messaggi politici autogestiti gratuiti negli spazi di comunicazione messi a disposizione dalle emittenti radiofoniche e televisive locali, e dopo aver verificato l’effettiva messa in onda degli spot elettorali, stabilisce l’importo dei rimborsi spettanti alle emittenti;
  • sostiene lo sviluppo del settore radiotelevisivo attraverso la predisposizione della graduatoria delle emittenti televisive locali alle quali attribuire i contributi previsti dalla legge n. 448/1998;
  • realizza lo studio annuale sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale finalizzato a presentare una relazione al Consiglio regionale e all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni;
  • svolge attività di consulenza per il Consiglio e la Giunta regionali, in particolare:
    • esprime pareri sui provvedimenti regionali riguardanti il settore delle comunicazioni;
    • formula proposte di parere sugli schemi di pano di assegnazione e ripartizione delle frequenze trasmessi alla regione dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni;
  • svolge attività di ricerca e indagini conoscitive, predisponendo anche analisi a supporto dell’elaborazione delle proposte di legge nelle materie di competenza;
  • partecipa alle attività del Gruppo di lavoro istituito con Decreto del Direttore generale alla Qualità dell’Ambiente della Regione Lombardia, unitamente all’Arpa, all’Ispettorato territoriale del Ministero delle comunicazioni della Lombardia e all’Anci, finalizzato ad analizzare le situazioni di superamento dei limiti e dei valori di campo elettromagnetico e a individuare le conseguenti azioni di risanamento;
  • esprime pareri sui piani dei programmi della Rai e formula proposte in merito alle programmazioni della stessa Rai e delle emittenti radiotelevisive private;
  • organizza le tribune politiche tematiche regionali della Rai in collaborazione con le strutture e le commissioni del Consiglio regionale;
  • organizza convegni ed eventi pubblici, realizza prodotti editoriali e iniziative di sensibilizzazione sulle materie di pertinenza.