Osservatorio Regionale della Lombardia per la Costituzione, la Cittadinanza e l'Educazione

Bullismo: il termine italiano è la traduzione letterale della parola inglese "bullying"; è ormai comunemente usato nella letteratura internazionale per indicare il fenomeno delle prepotenze ripetute tra pari. Con l’evolversi del fenomeno in rete anche il cyberbullismo ha trovato una sua chiara definizione e descrizione nella legge n. 71 approvata il 29 maggio 2017 scorso dal titolo “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyber bullismo”

Per rispondere a questo fenomeno, diventato ormai emergenza, sono stati costituiti con decreto dell’Ufficio scolastico regionale la “Commissione sull’Educazione alle differenze nell’ottica del contrasto ad ogni forma di estremismo violento” e il “Tavolo tecnico-scientifico dedicato al bullismo e del cyberbulliamo” ai quali il Corecom Lombardia partecipa in qualità di referente istituzionale.

Il Corecom Lombardia infatti da sempre aderisce alle iniziative istituzionali per la tutela dei minori e per la lotta al bullismo ed è stato partner dell' Osservatorio Regionale della Lombardia per la Costituzione, la Cittadinanza e l'Educazione già Osservatorio regionale sul fenomeno del bullismo.

Le ragioni della partecipazione del Corecom alle varie iniziative istituzionali sul bullismo e sul cyberbullismo sono da ricercarsi nella consapevolezza del ruolo formativo che i media svolgono oggi nella comunità, poiché danno voce ai fenomeni sociali e alle emergenze che, di volta in volta, si presentano, in particolare quando sono coinvolti dei minori.

Si tratta di contribuire a sensibilizzare e formare gli insegnanti, i genitori, gli operatori della comunicazione locale, perché diffondano un'informazione il più corretta possibile sui fenomeni di bullismo e sul cyberbullismo, contribuendo a prevenire e contrastare questo preoccupante fenomeno.

 

Contenuti verificati il giorno 11 luglio 2019