Attività consultiva

FUNZIONI CONSULTIVE E PROPOSITIVE


Tra le funzioni del Corecom rientra anche la funzione consultiva e propositiva che l’organo svolge a supporto sia della Giunta regionale che del Consiglio. Tale funzione si estrinseca, in primo luogo, nel formulare proposte e pareri circa iniziative e interventi della Regione, in particolare in ordine all’attività normativa e regolamentare nella materia della comunicazione. In secondo luogo, essa consiste nell’approfondimento delle diverse tematiche pertinenti al settore delle comunicazioni, mediante lo svolgimento di attività di studio, ricerca, monitoraggio, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, finalizzata all’acquisizione di elementi di conoscenza sul sistema delle comunicazioni, da mettere a disposizione dei decisori istituzionali.
In particolare, per quanto riguarda l’attività consultiva e propositiva in senso stretto, il Corecom:

  • formula proposte di parere sullo schema di piano nazionale  di assegnazione e di ripartizione delle frequenze, nonché sui  bacini di utenza e sulla localizzazione dei relativi impianti;
     
  • esprime parere sui provvedimenti che la Regione  adotta per disporre agevolazioni a favore di emittenti  radiotelevisive, di imprese di editoria locale e di comunicazioni, operanti nella regione;
     
  • esprime parere sui piani dei programmi predisposti dalla  concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo;
     
  • formula proposte ed esprime pareri sulle forme di collaborazione fra la concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e le realtà culturali e informative della regione;
     
  • formula proposte alla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo ed ai concessionari privati in merito alle programmazioni radiofoniche e televisive trasmesse in ambito nazionale e locale;
     
  • formula proposte in materia di tutela dei minori nel settore radiotelevisivo.
     

Per quanto riguarda l’attività di ricerca ed indagine, il Corecom:

  • predispone analisi e ricerche a supporto dell’elaborazione delle proposte di legge regionale disciplinanti la materia delle comunicazioni;
     
  • cura ricerche e rilevazioni sull'assetto socio-economico delle imprese operanti a livello regionale nelle comunicazioni e sulle relative implicazioni nel mercato;
     
  • può svolgere indagini conoscitive sui media a diffusione regionale con particolare riferimento agli indici di notorietà, di ascolto e di lettura.