Svolgimento conciliazione in udienza e procedura semplificata

NEGOZIAZIONE DIRETTA

Le parti (utente e gestore) possono negoziare direttamente per i primi 20 giorni senza l’intervento del conciliatore.

  • In questa fase utente e gestore comunicano tramite una “chat”: il conciliatore non visualizza questo scambio di comunicazioni.
  • Trascorsi i 20 giorni se le parti (utente e gestore) raggiungono un accordo il gestore genera l’accordo in negoziazione; se le parti non raggiungono un accordo la pratica passa nello stato in attesa di convocazione, e il conciliatore fisserà una data per lo svolgimento dell’udienza compatibilmente con le esigenze organizzative dell’ufficio.
     

Se non viene raggiunto un accordo si passa alla

CONCILIAZIONE SEMPLIFICATA

È prevista  per  alcune  materie: a) Addebiti  per  traffico  in  Roaming  europeo  e internazionale; b) Addebiti per servizi a sovrapprezzo; c) Attivazione di servizi non richiesti; d) Restituzione del  credito  residuo;  e)  Restituzione  del  deposito  cauzionale;  f) Errato  o  omesso  inserimento  dei dati negli elenchi pubblici; g) Spese relative al recesso o al trasferimento dell'utenza ad altro operatore; h) Omessa o ritardata cessazione del servizio a seguito di disdetta o recesso.

Le parti (utente e gestore) possono negoziare direttamente comunicando tramite una “chat” attivabile attraverso l'icona  

Il conciliatore visualizza lo scambio delle comunicazioni e può effettuare una proposta intermedia. Questo scambio di comunicazioni si può concludere con un accordo o con un mancato accordo. Non è prevista la fissazione di un’udienza di conciliazione, questa procedura prevede solo lo scambio di proposte e la possibilità di accettare o rifiutare le stesse.

Nella procedura di Conciliazione semplificata sono disponibili le seguenti icone (barra delle azioni):

  • icona “cartella aperta” fascicolo documentale  (in basso a destra): permette di visualizzare tutti i documenti relativi alla pratica;

 

  • icona “nuvoletta” comunica con le altre parti  : consente alle parti di scambiare proposte e il conciliatore può intervenire per effettuare una mediazione. Le parti possono esprimere accettazione o rifiuto alle relative proposte o all’eventuale proposta del conciliatore cliccando sul relativo comando “accetta” o “rifiuto”.

 

Quindi se le parti raggiungono un accordo:

  • entro il termine procedimentale: l’accordo in negoziazione viene generato dal gestore;
  • se il termine procedimentale è concluso: l’accordo  viene generato dal conciliatore.

In caso di rifiuto di una o di entrambe le parti o di mancata risposta di una o entrambe le parti alla proposta, il conciliatore redigerà un verbale di esito negativo (mancato Accordo).

In tutti i casi il verbale deve essere sottoscritto tramite codice OTP ricevuto via email e/o sms.
Per firmare si dovrà utilizzare il pulsante di firma:

 

Rinuncia

L’istante potrà rinunciare alla conciliazione tramite l’apposito pulsante  

Per rinunciare, l’istante dovrà inserire a sistema il codice “OTP” per confermare il proposito di rinuncia.

 

Firma del documento attraverso codice OTP

Per firmare il documento è prevista da sistema la generazione di un codice OTP (One Time Password), che verrà inviato via e-mail o SMS all'utente.

L'utente, a sua volta, per manifestare la propria volontà dovrà re-inserire detto codice nella procedura ConciliaWeb.
Per generare il codice è necessario utilizzare l'icona “freccia” che compare nella barra delle azioni solo in seguito alla generazione dell’accordo o del mancato accordo, o della rinuncia da parte dell’utente. 

 

CONCILIAZIONI IN UDIENZA

L’utente potrà richiedere di partecipare alla conciliazione in udienza, accedendo alla stanza virtuale in videoconferenza (Virtual Room), anche tramite un suo delegato che dovrà prima registrarsi nella piattaforma Conciliaweb.

Il titolare dell’istanza dovrà quindi, dalla pagina del proprio procedimento, compilare i seguenti campi:

 

nome e cognome

codice fiscale

 

 

L’azione è possibile quando si è in attesa dell’udienza e fino a un giorno prima della stessa.

L’udienza potrà essere convocata a discrezione del conciliatore tramite:

  • VIRTUAL ROOM
  • AUDIOCONFERENZA
  • DI PERSONA ( in caso di utenza c.d. debole)

La modalità di partecipazione è indicata nella convocazione dell’udienza che si trova nel fascicolo documentale. Si consiglia di verificare periodicamente il fascicolo documentale della propria istanza. 

Come partecipare all’udienza in Virtual Room

Prima dell'udienza è necessario eseguire il test di collegamento attraverso l'apposita icona disponibile nella pagina del procedimento o, in alternativa, con la seguente modalità:

  1. eseguire l'accesso a ConciliaWeb, con le proprie credenziali;
  2. accedere all'indirizzo https://conciliaweb.agcom.it/conciliaweb/dailydemowebex

In caso positivo, per accedere alla Virtual Room l'utente deve visualizzare il suo procedimento ed utilizzare il link predisposto dall'applicazione.

Come indicato nell'esempio, il collegamento è presente alla voce URL Virtual Room

 

 

 

 

 

Contenuti verificati il giorno 8 ottobre 2019